Home   ▲L'Associazione  ▲Calendario Eventi   ▲News   ▲Mappa   ▲Contatti

 

 

 

 

 

       

 

Strutture Museali

 

Casa Museo Quadreria Cesarini

 

 

Pinacoteca Comunale

 

 

Museo Archeologico

 

 

Chiesa di San Filippo

 

 

 

Ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica IAT

 

 

Sezione Riservata

 

"BETWEEN THE SACRED AND THE FABLE"
mostra personale di Giacomo Podestà

 
ARTEPROGETTO 2010
 
SPAC - Sistema Provinciale Arte Contemporanea
Provincia di Pesaro e Urbino
Con il patrocinio del Comune di Ancona

 
inaugurazione:
 venerdì 21 maggio - ore 17.30
QUADRERIA CESARINI
Comune di Fossombrone

 
orario mostra:
21/05/2010 - 27/06/2010
tutti i giorni 10.30 - 12.30 | 16.00 - 19.00
chiuso il lunedì

 

 

- ingresso gratuito -

 

 

Arteprogetto 

Una delle difficoltà più insidiose, e costanti, che allontana il grande pubblico dalla comprensione dell’arte contemporanea, e di conseguenza disincentiva la definizione di una politica culturale in materia, risiede nella perdurante ambiguità che, a torto o a ragione, circonda le manifestazioni di quella che resta comunque la forma principe della espressione visiva dei nostri tempi: manifestazioni che sfuggono ad una classificazione oggettiva, dunque ad un quadro critico condiviso, così che permane incerto – quanto meno nella percezione comune – il sottile crinale che segna la distanza tra la creatività e la casualità, tra la invenzione motivata e la improvvisazione. È in questa logica che è maturata, nella Amministrazione Comunale di Fossombrone, l’idea di Arteprogetto.

Si trattava di assumere una iniziativa che da un lato segnalasse un impegno culturale “pubblico” nell’ambito delle arti visive, in modo da dare continuità ed attualità al repertorio, moderno ma comunque storicizzato, fornito stabilmente dalla Quadreria Cesarini; e dall’altro creasse una occasione di confronto “libero” per gli artisti più giovani, che nell’area metaurense fioriscono numerosi, auspici le prestigiose “scuole” di Pesaro e Urbino, ma che ben difficilmente  trovano i modi e gli spazi per provare se stessi in sede pubblica e a livello monografico, e maturare in questa verifica. La scelta ovvia era, naturalmente, un Concorso che avesse scadenza regolare, che si concludesse con una Mostra – nell’ambito della Quadreria Cesarini – e con l’edizione del relativo catalogo: concorso che è stato bandito nella primavera 2009, e si è concluso nel novembre dello stesso anno.

Di iniziative di questo tipo se ne avviano dovunque: ma ciò che distingue Arteprogetto, la sua originalità almeno intenzionale, è nel fatto che ai potenziali concorrenti, per i quali era fissato un limite di 35 anni, non si richiedeva semplicemente una documentazione del curriculum artistico personale, cioè del “già fatto”, ma invece un vero e proprio progetto completo e onnicomprensivo, che includesse anche una proposta in merito alla successione delle opere, al significato complessivo della Mostra, alla dislocazione delle opere all’interno di uno spazio prefissato (il piano terra della Quadreria Cesarini), per il quale venivano fornite la pianta, le misure e la documentazione fotografica. E l’obbiettivo si configurava, quindi, come un invito ai giovani artisti a “progettare”, dunque a mettersi in discussione, a confrontarsi non tanto con gli altri quanto con le ragioni stesse della propria arte: a ricercarne il senso complessivo e profondo, e ad esplicitarlo.

Al bando hanno aderito una ventina di giovani artisti, che voglio ringraziare tutti insieme per l’impegno profuso e per l’implicita fiducia: la Commissione scientifica a ciò preposta ha deliberato - all’unanimità - di premiare il progetto di Giacomo Podestà; e così si è giunti a questa Mostra, che speriamo abbia un seguito e sia – come indicato nel Bando che prevede una scadenza annuale – la prima di una lunga serie.

Non sta a me esprimere una valutazione critica sull’artista, e rimando per questo al bel saggio di Elisa Caldarola pubblicato in catalogo. Mi è tuttavia gradito ringraziare qui chi ha fattivamente collaborato alla realizzazione della iniziativa: in primo luogo il personale del Servizio Beni Culturali del Comune, ai quali aggrego di fatto il Direttore Onorario Francesco Rossi; poi i membri della Commissione Scientifica: Dott. Umberto Palestini, Dott.ssa Silvia Melini, Dott. Pasquale Battazzi; e ancora Milena Guerrieri, che ha elaborato l’elegante e originale veste grafica del catalogo; e infine lo stesso Giacomo Podestà, che ha fattivamente collaborato ad ogni fase della realizzazione e al quale auguro che sia, questo di Fossombrone, il primo passo di un itinerario che lo conduca al successo che si merita, e a quella piena maturazione artistica della quale ha ormai dislocato, con la maestrìa tecnica, l’originalità della invenzione e la quotidiana umiltà del lavoro, tutti i presupposti.

 

                                                                                       Prof. Stefano Bonci

Assessore alla Cultura

 

 

 

 

 ▲ Rassegna Stampa

 ▲ archivio mostre

 ▲ Book-Shop

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Special thanks:

 

       

 

Associazione Volontari Beni Culturali A.Vernarecci, Via Torricelli n.2/4 61034 Fossombrone PU, Tel 0721714650 associazionevernarecci@yahoo.it cf. 90014390414

 

   

 attivo dal 07/12/2003 - aggiornato il 19/05/2010

webmaster: Massi - Copyright © 2003-2008 Tutti i diritti riservati.

E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione; Informativa sulla Privacy