Home   ▲L'Associazione  ▲Eventi   ▲News   ▲Mappa   ▲Contatti   ▲Partner

       

 

Strutture Museali

 

Casa Museo Quadreria Cesarini

 

 

Pinacoteca Comunale

 

 

Museo Archeologico

 

 

Chiesa di San Filippo

 

 

 

Ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica IAT

 

 

Sezione Riservata

 

LEONARDO CASTELLANI

pittore e incisore - dipinti incisioni e stampe

 

Chiesa di San Filippo – Casa Museo Quadreria Cesarini - FOSSOMBRONE

18 dicembre 2010 - 31 gennaio 2011

 

sabato 18 dicembre - inaugurazione ore 17.30  | Casa Museo – Quadreria Cesarini

orario di visita: tutti i pomeriggi dalle 15.30 alle 18.30- chiuso il lunedì, 25, 31, 1 e 6 gennaio

 

Incisore di grande maestria, ceramista e scrittore, pittore e scultore, Castellani si cimenta in molteplici iniziative, e nel terreno fecondo dell’Europa del Novecento, la sua arte ne è tanto informata quanto ricercatrice indipendente. Da questa matrice comune e contaminata, Castellani non solo riassume lo spirito della contemporaneità nelle sue opere, ma lo rinnova e alimenta.

 

In oltre settant’anni di attività artistica, Castellani ha dato vita e respiro a un mondo di immagini, frammenti sublimi di una realtà sentimentale ed estetica di grandissima varietà e fecondità lirica. Opere a volte isolate, autonome, folgoranti; a volte sequenze di variazioni; altre ancora sono veli sommessi, movimenti appena percettibili di uno spirito intenso, sprofondato, malinconico.

 

Questo universo e la maniera con cui la visione viene catturata, invischiata nel lampo oscuro della conoscenza, resta testimone e partecipe di una rêverie cosmica nella quale ragione e sentimento non potrebbero ormai più differenziarsi: si regge su un’invenzione di linguaggio che, facendo retrocedere quasi in una sorta di preistoria gli inizi cézanniani, futuristi e neoquattrocenteschi, esplode improvvisa e splendente, a determinare l’azzurrina levità dei luoghi dell’anima e la trama sottile dei suoi rapporti all’interno della pittura.

 

(Floriano Desanti – curatore e critico d'arte)

 

BREVE BIOGRAFIA

Leonardo Castellani (Faenza, 1896 – Urbino, 1984) frequenta l’Accademia di Belle Arti di Firenze, nella sezione di scultura, e negli anni ’20 soggiorna a Roma, dove segue le esperienze del gruppo futurista stringendo amicizia soprattutto con Balla. A seguito della partecipazione alla III Biennale romana e alla Biennale Internazionale di Venezia, tiene la prima personale già nel 1927.

 

Nel 1930 è chiamato ad Urbino a ricoprire la cattedra di calcografia presso la Scuola del Libro, in cui sotto la sua guida si sono diplomati – tra l’altro – incisori del calibro di Salvatore Fiume, Nunzio Gulino, Giorgio Bompadre, Walter Piacesi e Arnoldo Ciarrocchi.

La terrà per trentotto anni, producendo nella cittadina marchigiana la quasi totalità della sua opera incisa (oltre 1500 lastre). Leonardo Sciascia scopre Castellani non attraverso l’incisione ma grazie alle prose che questi pubblica su “Il Mondo” di Pannunzio.

Seguono la corrispondenza prima e un sincero sodalizio poi, su un doppio filo letterario e incisorio.

 

Castellani ha una feconda attività espositiva: sono quasi cento le mostre personali e oltre duecentocinquanta quelle collettive, con una significativa partecipazione, dal 1926 al 1956, a nove Biennali veneziane (tra cui quella del 1956 con una sala personale) così come alle mostre promosse dalla Calcografia Nazionale di Roma.

Tra le antologiche più importanti segnaliamo quelle di Urbino (Aula Magna del Collegio Raffaello nel 1976; Sale del Castellare del Palazzo Ducale nel 1986), di Faenza (Palazzo delle Esposizioni nel 1978; Palazzo del Podestà del 1985), di Klagenfurt (Galerie in Stadthaus nel 1991), di Milano (Sala della Castellanza del Castello Sforzesco nel 1995), di Roma (Galleria Nazionale d’Arte Moderna nel 1996), di San Marino (Monastero di Santa Chiara nel 1997), di Melbourne (Victorian Arts Centre nel 1995).

 

LEONARDO CASTELLANI E FOSSOMBRONE
Durante il suo lungo sogiorno urbinate, Castellani ebbe un duraturo e proficuo rapporto ocn Fossombrone, in specie con Anselmo Bucci e con il notaio Giuseppe Cesarini. In occasione della Mostra la famiglia Castellani ha voluto recuperare ed onorare gli antichi rapporti donando al Comune di Fossombrone 12 incisioni originali del Maestro, che sono ora esposte in una Saletta riservata della Quadreria Cesarini e che entreranno a far parte del cospicuo repertorio di incisori marchigiani - a cominciare da Bucci - conservato nel Gabinetto Disegni e Stampe del Museo.
 

INFORMAZIONI:

Comune di Fossombrone - Servizio Beni Culturali – T. 0721.723238 – 0721.723228

 

I.A.T. Fossombrone  - T. 0721.742907

iat@metauroturismo.it

 

 

 

 

 

 

 ▲ Rassegna Stampa

 ▲ archivio mostre

 ▲ Book-Shop

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Special thanks:

       

 

Associazione Volontari Beni Culturali A.Vernarecci, Via Torricelli n.2/4 61034 Fossombrone PU, Tel 0721714650 associazionevernarecci@yahoo.it cf. 90014390414

 

   

 attivo dal 07/12/2003 - aggiornato il 19/12/2010

webmaster: Massi - Copyright © 2003-2008 Tutti i diritti riservati.

E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione; Informativa sulla Privacy