Home   ▲L'Associazione  ▲Eventi   ▲News   ▲Mappa   ▲Contatti   ▲Partner

       

 

Strutture Museali

 

Casa Museo Quadreria Cesarini

 

 

Pinacoteca Comunale

 

 

Museo Archeologico

 

 

Chiesa di San Filippo

 

 

 

Ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica IAT

 

 

Sezione Riservata

 

...Il senso è il viaggio intrapreso tra le pagine dello scrittore.

ore 17,30 Chiesa di San Filippo

FOSSOMBRONE PU

 

 

 

NON SENTIVO PIU’ CANTARE I MERLI NEL MIO GIARDINO  - LUIGI MINARDI (2010 – Italic) romanzo

 

- Sabato 29 gennaio -

 

Confrontarsi con la malattia può segnare un punto nodale nella vita di un uomo, l’incipit di una vita nuova. Così è per Orion, protagonista di Non sentivo più cantare i merli nel mio giardino; romanzo

d’esordio di Luigi Minardi e compendio di un’esperienza umana e politica di straordinario valore. Da una stanza di ospedale, reparto cardiologia, inizia la nuova esistenza di Orion; per guadagnarsi il futuro desiderato però, dovrà prima ripercorrere le tappe fondamentali della sua esistenza. In questa autoanalisi, il vissuto acquista una sostanza nuova, diverso valore e significato, grazie a un recupero che non è un mero viaggio nella memoria, bensì un sentire profondo generato dall’incontro fra speculazione intellettuale e catarsi spirituale. In questa dimensione, il cammino di Orion cessa di essere una riflessione individuale per divenire sguardo collettivo, un viaggio nella storia italiana del secondo novecento. Dai tumulti giovanili del ’68, passando per le violenze degli anni settanta e il delitto Moro, Orion arriva infine a riflettere sulle contraddizioni del presente. Minardi ci fa riscoprire il valore di una pratica politica vissuta con etica e rigore, dimostrando inoltre un amore reale per le Marche e i suoi abitanti. L’autore ci offre un’esperienza esemplare, la possibilità di fermarci a riflettere sulle energie disperse della nostra vita, fino a scoprire un modo plausibile di guadagnarsi un  momento di pace in cui tornare a godere del canto dei merli e della bellezza di un giardino fiorito.  

 

Luigi  Minardi è nato a Fano nel 1949 e vive a Cagli. Ha lavorato come biologo nell’industria privata, è stato insegnante nella scuola pubblica fino a quando la sua vocazione sociale lo ha condotto sulla strada della politica. È diventato Sindaco della sua città, poi segretario provinciale di partito, Consigliere provinciale, Consigliere regionale, Assessore regionale alla Cultura ed alle Politiche giovanili e Presidente del Consiglio regionale. Durante le sue vicen-de politiche ha partecipato, con scritti su vari quotidiani e riviste  regionali e nazionali, alla discussione sulle trasformazioni della società. Ora ha deciso di fare della sua ricca esperienza la fonte di questo suo primo romanzo. 

Il suo sito è www.luigiminardi.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ALBERO DELLE NEBBIE – UMBERTO PIERSANTI (2008 – Einaudi) raccolta di poesie

 

- Sabato 19 febbraio -

 

Il motore della poesia di Piersanti è una natura pullulante di boschi, erbe, piante di ogni tipo, evocate con nomi sempre precisi, ma anche profondamente metaforici, come l'albero delle nebbie del titolo. E tutto questo mondo di selve, fiori e animali da un lato attiva i ricordi personali del poeta e dunque la sua anima lirica, dall'altro convoca un sapere mitico in forma di favolose leggende popolari innestate su una forte tradizione classica.

Non di rado i due piani riescono a intrecciarsi in un equilibrio quasi magico (in senso proprio) nel quale l'io si dissemina in una coralità di voci antiche e moderne, umane e non; e viceversa anche le più private esperienze personali e familiari diventano parte di una storia ancestrale, spersonalizzata, tendente all'eterno.
In quest'ultima raccolta la carica esistenziale delle poesie è comunque più avvertibile che non nei libri precedenti: si insinua nei versi-fossili scavati nel «tempo remoto», si espande in quelli quasi diaristici «tra cronaca e memoria». In questa nuova fase Piersanti traccia figure e personaggi, con le loro vite, emozioni e dolori, che attraversano il mito ma colloquiano sempre di più con il sentimento contemporaneo.

 

Umberto Piersanti è nato nel 1941 a Urbino, dove vive. Per Einaudi ha pubblicato le raccolte di poesia: I luoghi persi (1994), Nel tempo che precede (2002) e L'albero delle nebbie (2008). Roberto Galaverni e Massimo Raffaeli hanno curato il libro-intervista Il canto magnanimo. A colloquio con Umberto Piersanti (peQuod 2005).

Il suo sito è www.umbertopiersanti.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEI E LUI – ANDREA DE CARLO (2010 - Bompiani)  romanzo

 

- Sabato 5 marzo -

 

‘Leielui’ è una storia d’amore. Si svolge tutta nel corso di un’estate caldissima, tra Milano, la costa della Liguria, il sud della Francia e Vancouver, in Canada. Lei è Clare Moletto, un’americana che vive in Italia da diversi anni e lavora al call center di una grande compagnia di assicurazioni. Lui è Daniel Deserti, autore del bestseller internazionale ‘Lo sguardo della lepre’ e di altri romanzi di minore successo. In un giorno di pioggia torrenziale, lui, ubriaco e in piena crisi creativa, con la sua macchina va addosso alla macchina in cui lei viaggia con il suo fidanzato. Da questo evento potenzialmente catastrofico, nasce un rapporto che passa dall’ostilità alla diffidenza alla curiosità, all’attrazione incontrollabile. Volevo raccontare le ragioni, i dubbi, le contraddizioni profonde che una donna e un uomo di oggi si trovano a fronteggiare quando gli capita di innamorarsi davvero. La scommessa era parlarne nel modo più onesto possibile, e dare ai due protagonisti, donna e uomo, lo stesso peso. Così a capitoli alterni la storia è raccontata dal punto di vista di lei e di lui: la prospettiva cambia, e cambiano le percezioni, i sentimenti in gioco, i pensieri, le domande senza risposta. Credo che per una lettrice o un lettore sia quasi inevitabile identificarsi in uno dei due personaggi, e che questo possa suscitare in certi casi una strana alternanza di partecipazione e rabbia. A me è successo, con lei e con lui.    

ADC

 

Andrea De Carlo è nato a Milano. Ha scritto‘Treno di panna’, ‘Uccelli da gabbia e da voliera’, ‘Macno’, ‘Yucatan’, ‘Due di due’, ‘Tecniche di seduzione’, ‘Arcodamore’, ‘Uto’, ‘Di noi tre’, ‘Nel momento’, ‘Pura vita’, ‘I veri nomi’, ‘Giro di vento’, ‘Mare delle verità’, ‘Durante’, ‘Leielui’. 

I suoi romanzi sono tradotti in 26 paesi. 

Andrea De Carlo aderisce alla campagna ‘Scrittori per le foreste’ lanciata da Greenpeace. Questo libro è stampato su carta certificata FSC. (www.greenpeace.it)

Il suo sito è www.andreadecarlo.com

 

 

 

 

 

 

 ▲  Rassegna Stampa  - Giornale Metauro: gennaio 2011->chiusura IAT; febbraio 20111->Allarme per lo stato di degradodei beni culturali; Minardi,Piersati e De Carlo ...tra le righe

 ▲ archivio mostre

 ▲ Book-Shop

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

       

 

Associazione Volontari Beni Culturali A.Vernarecci, Via Torricelli n.2/4 61034 Fossombrone PU, Tel 0721714650 associazionevernarecci@yahoo.it cf. 90014390414

 

   

 attivo dal 07/12/2003 - aggiornato il 27/02/2011

webmaster: Massi - Copyright © 2003-2011 Tutti i diritti riservati.

E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione; Informativa sulla Privacy